E’ IL MOMENTO DI STARE CALMI E UNITI

Quel che tutti speravamo non accadesse, è invece avvenuto, e si registra il primo caso di positività al Covid-19 in città.

La notizia si è subito diffusa con l’indicazione del soggetto colpito e la possibile origine del contagio, il che ha dato vita ad una sconfortante caccia all’untore e castigazione dei comportamenti altrui. Si comprendono le legittime preoccupazioni per la salute pubblica, ma diciamo con fermezza che non è con la delazione o con lo sciacallaggio che ne verremo fuori.

In questo senso, abbiamo trovato apprezzabile e misurato l'intervento del Sindaco che, già ieri, con responsabilità ha dato per primo notizia dell'accaduto alla nostra comunità e tranquillizzato i cittadini sulle profilassi seguite. In questo momento storico tutti i cittadini e istituzioni devono essere coesi, e rispettosi delle regole sanitarie (#iorestoacasa), come di quelle della convivenza civile (no al “curtigghiu” social). Rimaniamo per questo basiti per la fuga di notizie sensibili da parte di chi è chiamato istituzionalmente a rappresentare l’intera collettività, ingenuità o scivolone che non si conciliano né con il ruolo né con il momento.

Al nostro concittadino colpito dal virus, e ai sanitari dell’ospedale di Modica che lo hanno in cura, la solidarietà di noi tutti.