All’assessore Scavone ho chiesto notizie per quanto riguarda l’avvio della misura della cassa integrazione per i lavoratori delle imprese in difficoltà che, fino a ieri, risulta bloccata.

Giornata piena ieri a Palazzo dei Normanni, dove si sta lavorando nelle Commissioni parlamentari alla finanziaria regionale. In V Commissione (Cultura, Formazione e Lavoro che ha competenza in materia di pubblica istruzione, beni ed attività culturali, lavoro, formazione professionale, emigrazione) è stata posta attenzione su tutta una serie di questione che riguardano l’istruzione, quindi gli studenti, la scuola le università gli asili nido e il lavoro. All’assessore Scavone ho chiesto notizie per quanto riguarda l’avvio della misura della cassa integrazione per i lavoratori delle imprese in difficoltà che, fino a ieri, risulta bloccata. L’assessore ha preso l’impegno che da oggi dovrebbero partire i decreti. Ho ribadito che siamo in forte ritardo rispetto alle esigenze dei siciliani e che, su questa vicenda, continuerò ad essere vigile. Nel settore dell’istruzione è passato ujn emendamento che all’interno dei 120 milioni di euro complessivi stanziati nella legge di stabilità per il sostegno alle attività didattiche sospese a causa dell’emergenza sanitaria, un contributo per nidi e materne private costretti alla chiusura. In Commissione, inoltre, tra le tante cose importanti che sono sono state adottate e che comunicherò in seguito, è stato stabilito di erogare in favore degli studenti universitari fuori sede, ma residenti in Sicilia, un contributo ‘una tantum’ di 500 euro a prescindere dall’ISEE. Per rispettare questo impegno in V Commissione abbiamo stanziato 6 milioni di euro. Questi provvedimenti dovranno ora passare in Commissione Bilancio e poi in Aula per la definitiva approvazione.